Untertheimerhof - Cronaca

Dietro le quinte: Come ha iniziato tutto

Nel 1966, a soli 20 anni , Franz Josef Rabensteiner eredita dal padre Franz una fattoria vecchia e fatiscente, l’Untertheimerhof. Ma, al contrario di molti abitanti di Villandro, Franz Josef vede qualcosa di speciale in quella struttura. Non si lascia quindi scoraggiare, perché è convinto che la fattoria sia un’ottima opportunità per il turismo che sta lentamente arrivando anche a Villandro.

Famiglia Rabensteiner - allora
I primi ospiti

I primi ospiti del maso tirato a nuovo sono gli scolaretti provenienti dalle città di Schwäbisch Hall e Heidelberg. Per loro la pensione completa vale 8 marchi tedeschi, vista sulle Dolomiti inclusa. Con i bambini arrivano anche i genitori, e poi, a distanza di anni, gli scolaretti ormai adulti vengono a ricordare i vecchi tempi con i propri figli. Il nome “Rabensteiner”, dicono, significa la “magia degli opposti”. E forse è proprio questo che ha convinto i nostri ospiti a tornare a trovarci nel corso degli anni.

Franz Josef si sposa nel 1974 con la ventunenne Rosa Pupp del maso Schloss Gravetsch a Villandro. Lo stesso anno nasce la primogenita Sieglinde, nel 1976 Walter e nel 1980 arriva il piccolo Reinhold. Mentre Rosa si occupa dei bimbi e degli ospiti, Franz Josef dirige il maso. Cura un vitigno, pianta alberi di susine, gestisce dozzine di manzi, maiali, pecore, galline e lepri. Prova ad allevare diverse razze bovine, finché, nel 1995, non si innamora delle sue Highlander, originarie della Scozia.

Matrimonio Rosa Pupp e Franz Josef
Lavori di ricostruzione

Da contadino ad albergatore: Franz Josef è uno dei primi a credere nel turismo, e anche uno dei primi a comprendere la necessità di comfort dei propri clienti. Con impegno, zelo e tanto sudore della propria fronte, trasforma la fattoria e la pensione in un hotel.

Nel 1996 il giornale “Frau mit Herz” designa l’Hotel Untertheimerhof con il titolo di “Hotel con il cuore”.

Premio - Hotel con cuore
Malga del Albergo

La malga del Berglandhotel Untertheimerhof, sull’Alpe di Villandro, viene ricostruita nel 1993. Nel 2000 un incendio la distrugge completamente, ma in breve tempo vede nuovamente la luce. Da giugno a ottobre il nostro junior chef Walter organizza, una volta alla settimana, una gita in malga con pranzo a base di una succulenta grigliata.

Ma noi dell’Untertheimerhof non ci fermiamo mai. Nel 2002 viene costruita l’area benessere e i giovani Sieglinde, Walter e Reinhold entrano a far parte dell’azienda. Reinhold vizia i clienti con i suoi manicaretti; Walter, che ha studiato da cuoco, è impiegato invece come cameriere ed è il musicista e l’intrattenitore dell’hotel. Sieglinde studia geografia e storia all’università di Innsbruck, ma è sempre presente durante il weekend per dare una mano. Per di più, studia per diventare guida alpina e turistica, e ama viaggiare avanti e indietro nel tempo, nella storia del mondo. Il capofamiglia, Franz Josef, è sempre contento di raccontare divertenti aneddoti sulla sua vita da contadino e albergatore, mentre Mamma Rosa è la fatina buona della casa, che porta la sua magia in cucina, nelle camere e in tutto il resto dell’albergo.

I bambini entrano nell'azienda dei genitori
Articoli di giornale - Il mondo dei Rabensteins

Nel 2007 arriva la consacrazione. La giornalista Karin Bühler, con il suo reportage “Die Welt der Rabensteiners” (Il mondo dei Rabensteiner) che ritrae la famiglia Rabensteiner e i loro successi, vince il premio giornalistico dell’Alto Adige. Il reportage viene musicato e pubblicato nella versione online del quotidiano Süddeutschen Zeitung.

Nel 2012 la famiglia Rabensteiner acquista il Sonnenhotel Adler, e in poco tempo riesce a risvegliare dal lungo sonno questa rovina pregna di storia, con stanze originali e cantina. Nel 2014 il Sonnenhotel Adler viene ampliato con una nuova area benessere, la “Adler Spa Natura”.

Sonnenhotel Adler
La famiglia Rabensteiner si è ampliata

Nel frattempo, la famiglia Rabensteiner si ingrandisce con i figli di Walter e Simone, e quelli di Sieglinde e Patrick.

E oggi? Oggi la famiglia Rabensteiner vi dà il benvenuto in due hotel: al Berglandhotel Untertheimerhof, punto di riferimento per famiglie con e senza bambini, per turisti amanti della tranquillità o sempre attivi, e naturalmente al Sonnenhotel Adler, una struttura ricettiva a 300 metri, perfetta per adulti dal palato esigente, che desiderano trascorrere una vacanza all’insegna della quiete e della natura.

Hotel Untertheimerhof - oggi

Il mondo
dei Rabensteiner

Ascolta il podcast (in tedesco):
Icon

Un regalo di  

Richiedere un voucher e passare del tempo con i vostri cari

Le migliori offerte

Sapori d'autunno e baci del sole

Sapori d'autunno e baci del sole

Da 01.09.2019 a 09.11.2019
A partire da 79 € a persona
In Alto Adige ci sono più di 300 giornate di sole all’anno. Le temperature piacevoli della tarda estate sono ideale per diverse attività outdoor con degustazioni regionali.